I fondamentali

0

Per una corretta visione sul forex non bisognerebbe mai prescindere dallo studio dei fondamentali: dati economici che possono influenzare enormemente l’andamento di un cross valutario.

Siccome lo studio dell’economia è materia molto vasta, generalmente si suole semplificare molto questa particolare sezione, al fine di indicare al trader quali sono i parametri più determinanti sulle variazioni delle quotazioni valutarie.

In primo luogo tra i fondamentali annoveriamo 3 categorie:

  • le notizie economiche/macroenomiche
  • le notizie politiche
  • la psicologia dei traders

Le notizie economiche e macroeconomiche

Il valore di una valuta è legato alla situazione economica generale del Paese. Le variabili che descrivono tale situazione sono dette i “fondamentali” come ad esempio l’inflazione il tasso di interesse, il reddito, il PIL, ecc. Oltre a questi vi è ovviamente anche il tasso di cambio che influenza e viene a sua volta influenzato dagli altri “fondamentali”. In generale, dati fondamentali che denotano una situazione economica florida e con buone prospettive future tendono a far aumentare il valore della valuta e viceversa.

Nell’ambito dell’economia di un paese vengono considerati i seguenti come principali fattori :

  1. PIL:  Il prodotto interno lordo dà una misura della ricchezza prodotta: può essere indice di potenzialità nel lungo periodo se è molto ampio. La variazione del PIL in aumento o in diminuzione rispetto alle previsioni può dar luogo a repentini cambiamenti nella psicologia dei traders (ecco che i fondamentali già visti si intrecciano). Teoricamente un aumento del PIL dovrebbe favorire la moneta della nazione.
  2. Vendite al dettaglio:  Molto importanti nel breve periodo, perchè è come se fotografassero la situazione momentanea di un paese, misurando le spese effettuata dai consumatori. Maggiori vendite al dettaglio indicano una propensione all’acquisto e favoriscono l’aumento dell’inflazione e quindi l’apprezzamento della valuta. Paragoniamo questo fattore alla pubblicità attuata da un’azienda.
  3. Indice dei prezzi al consumo (o al dettaglio o CPI):  In concreto misura l’aumento del livello generale dei prezzi, indicando quindi l’inflazione, ovvero il costo della vita. in linea generale un tasso di inflazione crescente prelude ad un rialzo dei tassi di interesse, e almeno nel breve periodo ad un tendenziale apprezzamento della valuta. Maggiore è l’inflazione e maggiore è la propensione all’aumento dei tassi di interesse e di conseguenza il valore della moneta aumenta. Siccome i tassi di interesse rendono una moneta più profittevole, quando il CPI aumenta o comunque aumenta l’inflazione, è più forte la voglia di acquistare moneta.
  4. Il tassodi interesse: Più alto è il tasso di interesse applicabile ad una valuta, più sarà conveniente detenerla e quindi più alto sarà il suo valore
  5. La bilancia commerciale: Se un paese ha un alto deficit nella bilancia commerciale significa che nel suo complesso il paese sta importando di più di quello che esporta, ovvero deve acquistare più valuta straniera (per pagare questo eccesso) rispetto a quella che vende per farsi pagare le esportazioni. Il valore di tale valuta tendenzialmente scende.
  6. Disoccupazione:  E’ un fattore da valutare con attenzione perchè può portare segnali diversi a seconda della situazione economica di un paese. Se l’economica è in fase di stasi o di recessione, una diminuzione del tasso di disoccupazione porta benefici sui mercati finanziari, perchè è indice di fiducia per il futuro. Con minore disoccupazione si attiva il circuito economico, per cui i prezzi tendono a salire e con essi l’inflazione e l’apprezzamento della valuta; se invece i disoccupati aumentano generalmente si ha un riscontro negativo sui mercati speculativi.

Il fattore politica

E’ facile capire come la storia di un paese abbia una forte influenza sul lungo periodo nelle analisi forex: una moneta come l’Usa godrà sempre di altissima dose di rispetto e fiducia da parte dei traders, tanto per fare un esempio.
Insieme ai dati storici, troviamo la stabilità politica tra i fattori principali di questa sezione. Inoltre anche eventi come crisi, calamità naturali, epidemie, meeting mondiali possono avere un impatto importante sulle quotazioni di una valuta.

Il fattore psicologico

Ovviamente il fattore psicologia è intrinseco; abbiamo già visto come si intreccia con gli eventi economici negli esempi sopra riportati.
Ricordiamo che nel forex un ruolo importante è dato anche dai grandi investitori: è sempre bene conoscere i movimenti dei grandi istituti e delle principali banche mondiali per poter individuare possibili segnali per le analisi tecniche.
Poi, ovviamente, la grande massa è anch’essa ben presente: qui vengono in aiuto le moltissime risorse presenti in rete, tra cui il gran numero di forum sul forex, in aumento esponenziale.
Share.