Come praticare il trading professionale

0

Molti trader principianti si chiedono spesso come i professionisti riescano a guadagnarsi da vivere dai mercati, poiché non sanno che questi ultimi sono in grado di interagire sui mercati con svariati tipi di strumenti e strategie, mettendo in pratica la loro indiscutibile esperienza, e consapevoli del fatto che non tutti i metodi di trading sono uguali. Premesso ciò, vediamo dunque come praticare al top un trading di tipo professionale, adottando le migliori strategie.

Qual è il punto di una strategia di trading?

Una strategia di trading è un piano d’azione adattabile per tutti gli scambi nei mercati finanziari. Ogni trader, dal principiante al più esperto, deve quindi necessariamente averne una. Se non si usa una strategia di trading, si corre il rischio di perdere tutto il capitale messo a disposizione.

Contrariamente a quanto possono pensare molti trader alle prime armi, il trading non lascia dunque spazio all’improvvisazione, ma deve essere ben strutturato. Una strategia di trading, infatti, è una linea di condotta che si deve rispettare e che richiede rigore e disciplina.

Una strategia di trading forex offre molti vantaggi, a partire dallo gestire il rischio: questo è anche chiamato gestione del denaro e consente di sapere in anticipo quanto può costare un trade. I trader principianti tendono spesso a considerare i loro guadagni, ma dimenticano la potenziale perdita. Questa è la base del trading, ed è quindi necessario considerare tutti gli scenari possibili.

Ogni operatore deve inoltre saper imporre le proprie regole di gestione del rischio. Ad esempio, non bisogna rischiare mai più dell’x% del portafoglio in un’operazione commerciale, e nel caso interrompere il trading se viene raggiunto un certo livello di perdita. Una volta definiti i punti di entrata e di uscita, stabilito su quali elementi tecnici si intende basare le proprie posizioni (indicatori tecnici e grafici), o ancora come posizionare lo stop loss, si adotta la strategia appropriata esattamente come fanno i trader professionali.

Questi ultimi del resto non cedono alle emozioni, che sono tra i principali fattori di perdita sui mercati finanziari. La psicologia è quindi il nemico numero uno del commerciante. Per essere maggiormente precisi va aggiunto che più si anticipano i diversi scenari possibili e meno si corre il rischio di cedere alle suddette emozioni.

Valutare il proprio tipo di trading

Una strategia di trading consente di valutare le performance a lungo termine. Questo è un modo per trarre conclusioni sulle attività passate studiando la cronologia delle transazioni. Ad esempio, ci si può rendere conto che si sta perdendo regolarmente su una risorsa, e che magari il risultato è migliore e più efficiente su un’altra o in una determinata unità di tempo.

Se non si dispone di una strategia di trading, non è dunque possibile impostare obiettivi, e si è costantemente al buio, con il rischio di perdere tutto in un solo giorno. Per questo motivo è necessario oltre alla competenza personale, avere alle spalle un broker affidabile e competente in grado di fungere da guida e nel contempo fornire il parer di esperti analisti.

Tra i tanti presenti sul web una nota di merito va a quello denominato STOFS, che da oltre dieci anni si contraddistingue per capacità serietà e per le piattaforme complete di oltre t300 strumenti finanziari, ideali per qualsiasi tipo di strategia che si intende adottare.

Grazie ad un broker con queste caratteristiche si può tra l’altro acquisire maggior rigore e disciplina, ed avere una strategia di trading efficace. L’apprendimento per un principiante può essere fatto su un conto demo, dove non si rischia denaro almeno finché non è possibile seguire una strategia di trading chiaramente definita, e con un conto reale.

Una strategia di trading può essere basata sul trading scalping o di swing. Lo scalping spesso sembra più semplice, ma, di fatto, richiede un’esperienza di mercato finanziario, oltre a maggiori conoscenze tecniche e ottima reattività. Il trading di Swing offre invece la possibilità di analizzare e rilevare correttamente i segnali di acquisto / vendita, ma la gestione del rischio è spesso la chiave del successo. Il fattore psicologico è più presente a causa di una durata più lunga del commercio.

Share.