I numeri dell’online trading in Italia tornano a crescere

0

Da qualche anno a questa parte, i numeri del trading online erano drasticamente calati in Italia ed è per questo motivo che ora l’inversione di tendenza fa notizia. Da qualche tempo a questa parte, infatti, si è notata una nuova crescita, così come riportato anche dal noto Annuario italiano del Trading Online che, come ogni anno, è stato presentato qualche giorno fa a ITForum Milano.

Il settore torna a crescere e, anzi, ritorna a pieno titolo ai fasti di un tempo. Prima della crisi economica, che da quasi un decennio interessa il nostro paese, l’Italia aveva scoperto il trading online e il settore in questione era in forte ascesa. Naturalmente, la crisi ha frenato il tutto, ma ora gli italiani sembrano aver capito che questa è un’ottima soluzione, anche e soprattutto in tempo di crisi. Cresce, quindi, il numero dei broker specializzati attivi e cresce anche il numero di piattaforme di trading online che permettono di iniziare a investire anche se si è alle prime armi. Questi sono due dati che, a conti fatti, fanno ben sperare per il settore trading online italiano.

Trading online: numeri e consigli

Quali sono le cifre che il settore sta facendo registrare? Lo vediamo immediatamente. Al momento, nel nostro paese sono attivi 132 broker on line, con una specifica specializzazione nel settore del trading online. Si parla di numeri inaspettati, dato che si ha una crescita abbastanza consistente rispetto a quella degli ultimi due anni. Sia nel 2015 che nel 2016, infatti, i numeri registrati non erano di certo incoraggianti: nello specifico, si avevano 118 broker il primo anno e 120 il secondo. Quindi, a fronte di un leggerissimo aumento avuto negli scorsi anni, si capisce che l’impennata del 2017 è rilevante.

Cosa ha spinto il settore? Le statistiche parlano chiaro: il vero traino è il Forex-CFD. Quest’anno, dopo lo shock finanziario del 2008 e il fallimento di diversi broker, si ha di nuovo una crescita rilevante e il tutto proprio grazie al settore del Forex-CFD, che si sta man mano rafforzando nuovamente.

Alla luce dei dati, è utile dare anche dei consigli per iniziare a investire nel settore del trading online, anche nel caso in cui non si sia esperti. Infatti, quello che sta facendo il successo di questo settore è proprio il fatto che, per iniziare a investire, non si devono avere enormi conoscenze e competenze. Sebbene sembri assurdo, dato il livello di competitività di questo mondo, ci sono oggi delle piattaforme di trading online che permettono di ottenere dei risultati degni di nota anche se si è alle prime armi. Il consiglio è quello di scegliere una piattaforma, aprire un conto demo e iniziare a copiare le mosse e le tattiche dei broker di maggiore successo. In  molti scelgono Metatrader 4 italiano che, a conti fatti, è il migliore strumento che si possa avere ora come ora per iniziare a scoprire il mondo del trading online. Stando a quanto scritto nell’annuario, i 132 broker a cui fa permettono di avere accesso a qualcosa come 151 piattaforme online, che utilizzano essenzialmente Metatrader 4 e Metatrader 5. In questo modo, si incomincia a interfacciarsi con il mondo del Forex e, man mano e con la pratica, arriveranno i profitti anche per chi non è esperto del settore. Il segreto sta nel seguire le orme di broker di un certo livello, che non sbagliano una mossa e che portano a casa un bel po’ di profitti e di transazioni andate a buon fine.

In tempo di crisi, questo è un utile strumento per costruirsi un reddito extra, da utilizzare in caso di necessità. Non c’è nulla di meglio, quindi, del provare a fare nuovi affari nel mondo del trading online, che si dimostra ancora una volta in piena salute.

Share.