Cosa controllare prima di scegliere un broker forex al fine di evitare fregature e truffe

0

In Italia, come d’altra parte anche in molti altri paesi nel mondo, sono veramente numerose le persone che non sono soddisfatte del loro lavoro o delle loro entrate mensili, spesso di entrambe le cose. Ogni giorno che passa sempre più persone cercano online nuovi modi per guadagnare, investire o quantomeno arrotondare le proprie entrate. Purtroppo però non è facile trovare sistemi seri e funzionanti.

Da un lato c’è un’elevata domanda, dall’altro una grande offerta di chi spesso promette sistemi più o meno miracolosi per fare soldi, peccato che in molti casi dietro ci siano vere e proprie truffe. Un primo semplice accorgimento per evitarle è proprio quello di stare molto attenti a chi presenta sistemi di guadagno definendoli facili, automatici, adatti a tutti, miracolosi, super segreti, ecc.

Le opportunità per guadagnare online ci sono, ma come ogni lavoro e come ogni investimento ci sono limiti e rischi che è bene conoscere, chi non ne parla non si comporta in modo corretto e questo può nascondere nei casi più gravi anche delle vere e proprie truffe.

Tra i vari modi che permettono di guadagnare da casa (o da ovunque si preferisca) grazie ad Internet, c’è senza dubbio il trading. Sempre di più negli ultimi anni sta crescendo il numero di italiani che si avvicina al trading online e in particolare al Forex, il mercato valutario, che permette di guadagnare scambiando valute.

Non si tratta di un gioco o di una scommessa, ma di una concreta opportunità per fare soldi, che però richiede il giusto approccio. Non si deve cercare di indovinare cosa succederà, affidandosi alla fortuna, ma bisogna investire sulla propria formazione, osservare cosa fanno i trader esperti, operare in modalità demo e solo quando si è pronti iniziare a investire piccole cifre.

Oltre ad approcciarsi al trading con la giusta umiltà e consapevolezza, non smettendo mai di studiare e fare test, c’è poi un altro elemento assolutamente fondamentale se si vuole fare trading in modo serio e possibilmente profittevole, si tratta della scelta di un broker che non riservi brutte sorprese.

Ci sono tante piattaforme che permettono, spesso in modo veramente facile e rapido, di accedere ai mercati, ma non tutte sono uguali, non tutti i broker sono seri. Come detto in precedenza le truffe online sono purtroppo una realtà preoccupante e bisogna imparare di chi ci si può fidare, vale ovviamente anche per i broker.

Senza dubbio è molto importante, come spiegano sul sito brokerforex.it, prestare attenzione ad alcuni elementi che caratterizzano solo i migliori broker e mettere a confronto varie piattaforme per trovare la più adatta a noi. I migliori broker Forex operano in modo legale e trasparente, sui loro siti si trovano quindi tutte le informazioni che permettono di verificare che siano pienamente in regola con la normativa italiana.

I broker sono società di intermediazione che attraverso le loro piattaforme (siti o app), danno accesso al mercato del Forex a chiunque voglia operarvi. Per scegliere un buon broker bisogna prestare attenzione ai servizi che offre, tra i più importanti ci sono gli strumenti di analisi di mercato, la possibilità di usare un conto demo, senza investire da subito i nostri soldi, la possibilità di depositare denaro con vari strumenti, basse commissioni e possibilmente risorse formative gratuite per imparare a investire e migliorarsi di continuo.

Tra i migliori broker Forex del momento, che mettono al riparo da fregature o truffe, ci sono eToro, Investous, Plus500 e XM. Consigliamo di metterli a confronto per scegliere il più allineato alle proprie esigenze. Quello che offrono questi ed altri tra i migliori broker che operano legalmente in Italia sono servizi, spesso simili, ma ci sono nelle loro offerte anche significative differenze, come gli importi minimi depositabili e quelli di eventuali bonus. Non scegliete quindi il primo broker che trovate, ma valutate sempre con attenzione, in primis la sua serietà e a seguire la sua convenienza per voi.

Share.